IL COMUNICATO STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL CONVEGNO

Comunicato stampa del 10 settembre 2015

Ricercatori da tutta Italia con scienziati da Canada, Stati Uniti e Spagna

a Caramanico Terme (PE) per il XVIII Convegno Italiano di Ornitologia.

Dal 17 al 20 settembre verranno presentati gli ultimi studi, con un occhio particolare alla “Citizen Science” e alla conservazione.

CIO_IlCentro

L’articolo del quotidiano Il Centro

Dal 17 al 20 settembre si terrà a Caramanico Terme (PE) il XVIII Convegno Italiano di Ornitologia organizzato dal Centro Italiano Studi Ornitologici e dalla Stazione Ornitologica Abruzzese in collaborazione con il Parco Nazionale della Majella e il Comune di Caramanico Terme.

Sono previsti interventi ad invito di 5 ospiti da Canada (Prof. Christopher Guglielmo, Università del Western Ontario), Stati Uniti (Prof. Wesley M. Hochachka della Cornell University) e Spagna (Ana Carricondo della SEO e due italiani con posizioni di rilievo nelle università spagnole, Vincenzo Penteriani e Giacomo Tavecchia). Nel Comitato scientifico del Convegno vi sono rappresentanti di varie università italiane, della regione Abruzzo, della S.O.A. e dell’ISPRA.

Le ricerche saranno presentate in 60 comunicazioni orali e 103 poster. Gli argomenti delle cinque sessioni principali sono i seguenti: Conservazione nei sistemi agricoli e forestali; Ecologia, comportamento ed evoluzione; Ecologia dei movimenti; Gestione di specie e popolazioni; Monitoraggio, distribuzione e citizen science.

Dichiara Lorenzo Serra, ricercatore ISPRA e presidente del Centro Italiano Studi Ornitologici (CISO)Due anni fa all’ultimo convegno tenutosi a Trento il CISO ha proposto agli ornitologi abruzzesi di ospitare questa iniziativa scientifica che si organizza ogni due anni e che ormai è alla diciottesima edizione. L’Abruzzo ha un’esperienza ventennale nella gestione di parchi e riserve ed ora sta affrontando la sfida della pianificazione dei Siti di Interesse Comunitario, facenti parte della rete Natura2000 dell’Unione Europea. Per questo il Convegno sarà un utile momento per confrontarsi sui temi della ricerca applicata alla conservazione e gestione delle specie animali. Particolare attenzione sarà posta al tema della cosiddetta Citizen Science, un settore in forte crescita, dove i dati di base degli studi avviati da università e grandi centri di ricerca provengono anche da semplici cittadini appassionati che possono interagire aggiornando tramite il WEB banche dati che possono arrivare ad avere anche decine di milioni di informazioni. Si tratta di argomenti su cui il CISO è fortemente impegnato, perché ritiene che la diffusione della cultura scientifica, soprattutto nel campo delle scienze naturali, sia fondamentale nel nostro Paese. Tra le iniziative di maggior spicco sostenute dal CISO, voglio segnalare il portale http://www.ornitho.it che raccoglie informazioni sulla presenza degli uccelli in Italia grazie al contributo di moltissimi volontari.”

Dichiara Franco Iezzi, presidente del Parco nazionale della MajellaOspitare questo evento scientifico e ricercatori da tutta Italia è per noi un vanto essendo la nostra area protetta particolarmente impegnata in studi scientifici volti a comprendere l’ecologia delle diverse specie presenti nel parco. La Majella ospita oltre 2100 specie e sottospecie di piante, quasi il 30% della flora italiana, e centinaia di vertebrati, tra cui decine di specie di uccelli protette a livello europeo, dall’Aquila reale al Gracchio corallino, dal Lanario al Calandro, comprese alcune a rischio per i cambiamenti climatici come il Fringuello alpino che vive negli ambienti oltre i 1900 metri di quota. La ricerca scientifica è alla base delle pianificazione degli interventi di tutela che poi realizziamo sul campo.

Dichiara Augusto De Sanctis, presidente della Stazione Ornitologica AbruzzeseE’ la prima volta che il Convegno Italiano di Ornitologia si tiene in Abruzzo. Abbiamo scelto per il logo una specie simbolo dei boschi abruzzesi poco conosciuta dal grande pubblico, la balia dal collare. E’ un passeriforme presente in Italia solo in tarda primavera e in estate, quando nidifica nei boschi più integri; poi migra a sud del Sahara per svernare nelle foreste africane dopo un viaggio di 5000 km. E’ una specie particolarmente protetta a livello comunitario e per questo la Commissione Europea chiede agli stati di intervenire con una corretta gestione degli ambienti forestali, assegnando specifici fondi, soprattutto attraverso il Piano di Sviluppo Rurale e i progetti LIFE. E’ solo un esempio della ricchezza di biodiversità del nostro territorio e il Convegno sarà l’occasione per presentare gli ultimi dati su questa e sulle altre centinaia di specie che sono presenti in Abruzzo e in Italia“.

Nel programma, oltre alle sessioni plenarie, sono sono previsti workshop, tavole rotonde e incontri su specie sui seguenti argomenti: Workshop “Vita di gruppo: sesso, cibo e predatori” Workshop “Valutazioni ambientali V.I.A.-V.A.S.-V.I.: può affermarsi l’ornitologia?” Workshop “Species distribution models per la conservazione”; Workshop “Migrazione dei rapaci: conoscenze, metodi e uso di nuove tecnologie” Workshop “Cambiamenti climatici: dai dati agli scenari”; Workshop “Sportello MITO2000: question time”; Workshop “Uso dei droni e di nuove tecnologie di controllo remoto”; Tavola rotonda “Ornitologia urbana e mortalità dell’avifauna da infrastrutture”; incontro su specie: “Rapaci in Italia centro-meridionale, quali priorità di conservazione?

Alleghiamo il programma, il logo e il banner di presentazione.

Altre informazioni sono sul sito WEB dedicato al Convegno: https://cio2015.wordpress.com/ e sul sito WEB del Parco Nazionale della Majella http://www.parcomajella.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...